Articoli originali | open access
Sottoposto a Peer review

Traumatology in Judo Discipline

M. Scaglione, C. Citarelli, G. De Paola, G. Palmieri, M. Ceccoli, F. Casella

Sport and Anatomy Fascicolo 1/2 - 2018, pagine: 33-36
@ Pisa University Press 2018
Pubblicato: 30 novembre 2019


L’intero articolo è disponibile

Riassunto

Il judo è un’arte marziale, una disciplina di combattimento e un metodo di autodifesa formalmente nato nel 1882 in Giappone, dopo che il Prof. Jikoro Kano ha fondato Kodokan. Dal 1964 il judo è diventato ufficialmente una disciplina olimpica in occasione dei Giochi Olimpici di Tokyo. Questo studio analizza un periodo di tempo dal 2008 al 2013 ed una popolazione di 240 atleti divisi in due gruppi: il gruppo A formato da atleti sotto i 12 anni di età comprende 177 persone, mentre il gruppo B formato da persone di età superiore a 12 anni comprende 63 atleti. Sono stati presi in considerazione solo i traumi maggiori. Nel periodo considerato sono stati individuati 43 traumi in tutto tra i due gruppi, 37 eventi traumatici per il gruppo B che rappresenta l’86% degli eventi considerati mentre per il gruppo A nello stesso periodo abbiamo registrato 6 traumi, che rappresentano il 14% dei traumi totali. Tra gli adulti il 58,7% ha subito un trauma maggiore, mentre tra i bambini il 3,4%. Pertanto sembra che gli infortuni colpiscano più gli adulti che i bambini. Potrebbe essere utile far capire agli atleti i meccanismi dei vari trauma e permettere loro una accurata preparazione atletica per ridurre il numero di traumi maggiori.


Parole chiave

Judo · Traumatologia · Atleti

Percorso di valutazione

Peer reviewed. Certificazione della qualità


Abstract

Judo is a martial art, a combat discipline and a method of self-defense formally born in 1882 in Japan, after Prof. Jikoro Kano founded Kodokan. Since 1964 judo has officially become an Olympic discipline for the Tokyo Olympic Games. This study analyzes a period of time from 2008 to 2013 and a population of 240 athletes divided into two groups: group A formed by athletes under 12 years of age includes 177 people, while group B formed by people over 12 years old includes 63 athletes. Only major traumas were taken into account. Over the considered period, there were overall 43 traumas in the two groups: 37 traumatic events for group B representing 86% of the events considered, while for group A in the same period we recorded 6 traumas, which represent 14% of the total traumas. Among adults, 58.7% suffered major trauma, while 3.4% among children. Thus it seems that accidents affect more adults than children. It could be useful to make athletes understand the mechanisms of the various traumas and to allow them a thorough athletic training to reduce the number of major traumas.

Keywords

Judo · Traumatology · Athletes

L’intero articolo è disponibile